Buscador Avanzado

Autor

Tema

Libro de la biblia

* Cita biblica

Idioma

Fecha de Creación (Inicio - Fin)

-

ALLO STILE DI GESÙ

Written by
Rate this item
(1 Vote)

Gesù si sta congedando dai suoi discepoli. Ha voluto loro bene appassionatamente. Li ha amati con lo stesso amore con il quale ha amato il Padre. Ora li deve lasciare. Conosce il loro egoismo. Non sanno volersi bene. Li vede che discutono tra loro per ottenere i primi posti. Che sarà di loro?

Le parole di Gesù acquistano un tono solenne. Devono rimanere ben incise in tutti: «Questo è il mio comandamento; che vi amiate gli uni gli altri come io vi ho amato». Gesù non vuole che il suo stile di amare si perda tra i suoi. Se un giorno lo dimenticano, nessuno li potrà riconoscere come suoi discepoli.

Di Gesù restò un ricordo incancellabile. Le prime generazioni riassumevano così la sua vita: «Passò dappertutto facendo il bene». Era buono incontrarsi con lui. Cercava sempre il bene delle persone. Aiutava a vivere. La sua vita fu una Buona Notizia. Si poteva scoprire in lui la vicinanza buona di Dio.

Gesù ha uno stile di amare inconfondibile. È molto sensibile alla sofferenza della gente. Non può passare alla larga davanti a chi sta soffrendo. Nell’entrare un giorno nel piccolo villaggio di Nain incontra un funerale; una vedova va a seppellire il suo unico figlio. A Gesù nasce dal cuore il suo amore per quella sconosciuta: «Donna, non piangere». Chi ama come Gesù vive alleviando la sofferenza e asciugando lacrime.

I vangeli ricordano in diverse occasioni come Gesù coglieva con il suo sguardo la sofferenza della gente. Li guardava e si commuoveva: li vedeva sofferenti e abbattuti, come pecore senza pastore. Subito si metteva a guarire i più infermi o ad alimentarli con le sue parole. Chi ama come Gesù impara a guardare i volti delle persone con compassione.

È mirabile la disponibilità di Gesù a fare il bene. Non pensa a se stesso. Sta attento a qualunque chiamata, disposto sempre a fare quello che può. Un mendicante cieco che gli chiede compassione mentre va per la strada lo accoglie con queste parole: «Che vuoi che io faccia per te?». Con questo atteggiamento va per la vita chi ama come Gesù.

Gesù sa stare acanto ai più sprovveduti. Non c’è bisogno che glielo chiedano. Fa quello che può per guarire le loro malattie, liberare le loro coscienze o contagiare la sua fiducia in Dio. Ma non può risolvere tutti i problemi di quelle persone.

Allora si dedica a fare gesti di bontà: abbraccia i bambini della strada; non vuole che alcuno si senta orfano; benedice i malati; non vuole che si sentano dimenticati da Dio; accarezza la pelle dei lebbrosi; non vuole che si vedano esclusi. Così sono i gesti di chi ama come Gesù.

 

José Antonio Pagola

Traduzione: Mercedes Cerezo

Publicado en www.gruposdejesus.com

Read 37 times
Login to post comments