Buscador Avanzado

Autor

Tema

Libro de la biblia

* Cita biblica

Idioma

Fecha de Creación (Inicio - Fin)

-

PERDONARE CI FA BENE

Written by
Rate this item
(2 votes)

Le grandi scuole di psicoterapia hanno appena studiato la forza sanatrice del perdono. Fino a poco tempo fa, gli psicologi non gli davano un ruolo nella crescita di una personalità sana. Si pensava erroneamente –e si continua a pensarlo– che il perdono è un atteggiamento puramente religioso.

D’altra parte, il messaggio del cristianesimo si è ridotto frequentemente a esortare le persone a perdonare con generosità, radicando questo comportamento nel perdono che Dio ci concede, ma senza insegnare molto di più sulle vie che bisogna percorrere per arrivare a perdonare di cuore. Non è, quindi, strano che ci siano persone che ignorino quasi tutto sul processo del perdono.

Tuttavia, il perdono è necessario per convivere in maniera sana: nella famiglia, dove gli scontri della vita quotidiana possono generare frequenti tensioni e conflitti; nell’amicizia e nell’amore, dove bisogna saper agire di fronte a umiliazioni, inganni e infedeltà possibili; nelle molteplici situazioni della vita, nelle quali dobbiamo reagire di fronte ad aggressioni, ingiustizie e abusi. Chi non sa perdonare può rimanere ferito per sempre.

C’è qualcosa che è necessario chiarire dall’inizio. Molti si credono incapaci di perdonare perché confondono la collera con la vendetta. La collera è una reazione sana d’irritazione di fronte all’offesa, all’aggressione o all’ingiustizia sofferta: l’individuo si ribella in maniera quasi istintiva per difendere la sua vita e la sua dignità. Al contrario, l’odio, il risentimento e la vendetta vanno al di là di questa prima reazione: la persona vendicativa cerca di fare male, umiliare e fin distruggere chi gli ha fatto del male.

Perdonare non vuol dire necessariamente reprimere la collera. Al contrario, reprimere questi primi sentimenti può essere dannoso se la persona accumula dentro di sé un’ira che più tardi si indirizzerà verso altre persone innocenti o verso se stesso. È più sano riconoscere e accettare la collera, condividendo forse con qualcuno la rabbia e l’indignazione.

Poi sarà più facile rasserenarsi e prendere la decisione di non continuare ad alimentare il risentimento né le fantasie di vendetta per non farsi più male. La fede in un Dio perdonatore è allora per il credente uno stimolo e una forza inestimabili. A chi vive dell’amore incondizionato di Dio risulta più facile perdonare.

 

José Antonio Pagola

Traduzzione: Mercedes Cerezo

Publicado en www.gruposdejesus.com

Read 130 times
Login to post comments