Buscador Avanzado

Autor

Tema

Libro de la biblia

* Cita biblica

Idioma

Fecha de Creación (Inicio - Fin)

-

ADESIONE VIVA A GESÙ CRISTO

Written by
Rate this item
(1 Vote)

Non è facile cercare di rispondere con sincerità alla domanda di Gesù: «Ma voi, chi dite che io sia?». In realtà, chi è Gesù per noi? La sua persona ci giunge attraverso venti secoli di immagini, formule, devozioni, esperienze, interpretazioni culturali... che vanno svelando e velando allo stesso tempo la sua ricchezza insondabile.

Anche, però, ciascuno di noi va rivestendo Gesù di quel che siamo noi. E proiettiamo in lui i nostri desideri, aspirazioni, interessi e limiti. E quasi senza rendercene conto, lo impiccioliamo e sfiguriamo, persino quando cerchiamo di esaltarlo.

Gesù però continua vivo. Noi cristiani non lo abbiamo potuto disseccare con la nostra mediocrità. Non permette che lo travestiamo. Non si lascia etichettare né ridurre a riti, formule o costumi.

Gesù sconcerta sempre chi si avvicina a lui con atteggiamento aperto e sincero. È sempre diverso da quello che ci aspettavamo. Apre sempre nuove brecce nella nostra vita, rompe i nostri schemi e ci attrae a una vita nuova. Quanto più lo si conosce, più si sa che si sta ancora iniziando a scoprirlo.

Gesù è pericoloso. Percepiamo in lui una consegna agli uomini che smaschera il nostro egoismo. Una passione per la giustizia che scuote le nostre sicurezze, privilegi ed egoismi. Una tenerezza che mette allo scoperto la nostra meschinità. Una libertà che straccia le nostre mille schiavitù e servitù.

E, soprattutto, intuiamo in lui un mistero di apertura, vicinanza e prossimità a Dio che ci attrae e ci invita ad aprire la nostra esistenza al Padre. Andremo conoscendo Gesù nella misura in cui ci consegneremo a lui. C'è solo un cammino per approfondire il suo mistero: seguirlo.

Seguire umilmente il suoi passi, aprirci con lui al Padre, riprodurre i suoi gesti di amore e tenerezza, guardare la vita con i suoi occhi, condividere il suo destino doloroso, attendere la sua resurrezione. E, senza dubbio, pregare molte volte dal fondo del nostro cuore: «Credo, Signore, aiuta la mia incredulità».

 

José Antonio Pagola

 Traduzzione: Mercedes Cerezo

Publicado en www.gruposdejesus.com

Read 172 times
Login to post comments